Hands-on: sentire il vento tra i capelli con Rift Coaster per Oculus Rift

2013-05-20_oculus_rift_laura_roller_coaster

Il divertimento e l’emozione sono assicurati quando siamo sulle montagne russe. Per Oculus Rift abbiamo provato Rift Coaster, una tech demo incredibile che potete venire a provare, a partire da domenica 20 ottobre, presso Oculus Room, all’interno di VIGAMUS, Museo del Videogioco di Roma (via Sabotino, 4 – 00195 Roma, zona P.zza Mazzini) in occasione del suo primo anniversario.

oculus-rift-software-1

Senza troppi giri di parole, possiamo dirvi che con Rollercoaster vi sembrerà di sentire il vento tra i capelli. Si parte in carrozza, su un classico binario per le montagne russe e noi ci sentiremo davvero pronti ad affrontare il primo giro. Con molta calma inizieremo a salire e un po’ di tensione insieme a noi: il paesaggio circostante è rassicurante e somiglia molto a quello di un vero parco giochi. Mentre il nostro sguardo è preso dal mare in lontananza, o intento a capire quanto stiamo salendo con la nostra carrozza, in quell’istante, inizierà la prima folle discesa che vi farà letteralmente urlare! Mano a mano prenderemo velocità e dimenticheremo di indossare Oculus Rift: saremo lì, sulle montagne russe a goderci pienamente il nostro giro. Passeremo sotto un tunnel e molto vicino alle costruzioni presenti e non faremo altro che, nella maniera più naturale possibile, girare la testa o abbassarla o semplicemente reggere la sedia su cui siamo per paura di affacciarci troppo.

Dal punto di vista tecnico, Rift Coaster, nella versione provata, non presenta particolari difetti: è pulito e i tempi di reazione sono in linea con l’attuale fase di sviluppo del gioco. Lo stile è semplice e il contesto creato non distrae minimamente dallo scopo del titolo, quello di fare un giro sulle montagne russe sulla poltrona del proprio divano.

rift_coaster