f1 24

F1 24 Provato: gli ultimi test prima della recensione

L’uscita di F1 24 è dietro l’angolo. Grazie ai ragazzi di Electronic Arts, dopo aver vissuto in prima linea le novità relative al gioco, abbiamo potuto mettere le mani anche su una sua versione preliminare, che abbiamo testato a fondo durante il weekend. Il nostro test, inutile dirlo, si è focalizzato principalmente sulla Carriera Pilota, la modalità destinata a diventare il cardine dell’esperienza di gioco e che, oggettivamente, ha subito le modifiche maggiori rispetto al passato. Dopo questo primo contatto siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla nuova impostazione, che ci è risultata nettamente più immersiva e “completa” rispetto al capitolo dello scorso anno. F1 24 si pone l’obiettivo di crescere gradualmente, e sembra aver intrapreso la strada giusta. Il lavoro svolto dal team di sviluppo ci è sembrato preciso e ben delineato, e le modifiche apportate alla struttura generale, sia quelle più impattanti sia quelle più marginali, sembrano avere le carte in regola per regalare a tutti gli appassionati del brand un’annata più che soddisfacente. In attesa di potervi raccontare di più, vogliamo provare a dare una prima infarinatura su quello che ci aspetterà a partire dal prossimo 31 maggio, giorno in cui il gioco arriverà sul mercato, almeno per tutti i possessori delle versioni speciali.

f1 24
Lo spettacolo della F1, per tutti.

F1 24: la Formula 1, per tutti

Come vi abbiamo già detto in apertura, durante la nostra fase di test su quest’ultima build ci siamo focalizzati principalmente sulla Carriera Pilota. Dopo aver scelto di utilizzare un pilota reale e di non passare attraverso l’editor di creazione dei personaggi, che sembra aver ricevuto un piccolissimo boost rispetto agli scorsi anni, abbiamo anche scelto di partire direttamente dalla F1, lanciandoci direttamente nell’automobilismo che conta. Per testare le novità della Carriera Pilota abbiamo, ovviamente, deciso di fare un salto in casa Ferrari e di impersonare il buon Leclerc, tra i più promettenti a amati atleti del paddock. Ciò ci ha dato modo di saggiare alcune delle novità della modalità, a partire dalla gestione del pilota stesso. A differenza degli scorsi anni, infatti, prendere il controllo di un pilota implica maggiori responsabilità, soprattutto perché le dinamiche e le variabili da tenere sotto controllo sembrano più numerose e gestite in maniera più intima. In primis, c’è da dire che ogni pilota possiede le sue statiche personali, così come gli anni scorsi, ma stavolta possono cambiare in base al rendimento e al comportamento in pista. Aspetti come l’esperienza, la bravura in curva, la forza nel tenere il ritmo sono, dunque, variabili più importanti da tenere sotto controllo e possono dare maggiore identità ai piloti e una varietà maggiore a tutta la Carriera.

Va di per sé che tutta la gestione della carriera risulta più ampia, a trecentosessanta gradi. Per poter vivere nel modo migliore l’esperienza di gioco è fondamentale continuare a tenere sotto controllo diversi fattori, tutti apparentemente ugualmente importanti ai fini della crescita del proprio pilota. Apprezzamento e rendimento sono due fattori da tenere fortemente in conto, anche e soprattutto quando si stipulano gli accordi contrattuali con le varie scuderie. Con F1 24 i giocatori possono avere voce in capitolo durante le negoziazioni, ma è chiaro che maggiori richieste siano legate da un filo invisibile a maggiori prestazioni e risultati più importanti in pista. A ciò si unisce la dinamica degli Specialisti, che possono aiutare fortemente il pilota a crescere, a patto, però, di riuscire a centrare determinati obiettivi, precedentemente concordati. Grazie alla presenza dell’Agente e ai suoi consigli e suggerimenti vari, la Carriera risulta più variegata e imprevedibile, ragion per cui tenere sempre sotto controllo tutti i parametri e le aspettative per la stagione in corso è il modo migliore per avere maggior controllo sulla Carriera stessa. In generale, comunque, abbiamo apprezzato parecchio questa gestione più immersiva, e la scelta di dare al tutto un taglio più cinematografico ha reso decisamente più interessante tutto il pacchetto.

f1 24
La nuova “fisica” ha una marcia in più.

Un rivale è per sempre

Come già detto in fase di anteprima, un altro aspetto pesantemente ritoccato per questo F1 24 è quello delle Rivalità. Con il capitolo annuale queste sembrano avere un impatto decisamente maggiore sull’economia della stagione e della modalità in sé, soprattutto se si considera il modo in cui il gioco vuole spingere in direzione di un fattore realismo sempre più spinto e autentico. Nella fase iniziale della stagione la rivalità più sentita è quella col compagno di scuderia, che ci è sembrata anche quella più credibile e meglio organizzata. È importante sottolineare che tutte le rivalità si suddividono in livelli diversi di Intensità, che possono portare sia a richieste maggiori per “battere” il proprio rivale sia però anche, potenzialmente, ricompense maggiori e più appetitose. Come sempre, comunque, per massimizzare il rendimento su pista il gioco mette nelle mani un buon numero di possibilità.

Grazie ad Alex e al suo gruppo di ingegneri, infatti, è sempre possibile mettere mano alla vettura per smanettare col bilanciamento o con il treno di gomme e dobbiamo ammettere che con F1 24 il lavoro svolto dagli sviluppatori sembra in grado di dare ai giocatori maggiori libertà rispetto agli anni scorsi. In generale, tutto F1 24 sembra gridare con forza il termine “libertà”, vuole rappresentare una sorta di inno alla personalizzazione alla condivisione e siamo convinti che grazie a Fan Zone questo messaggio abbia tutte le carte in regola per poter essere veicolato nel migliore dei modi. Considerando i tempi ancora maturi e la chiusura dei server di gioco è ancora presto per potersi sbilanciare, ma siamo fiduciosi sul fatto che la nuova F1 World può avere un peso decisamente più impattante su quella che è l’infrastruttura del gioco, soprattutto sotto il profilo della personalizzazione e del vivere il mondo di gioco in compagnia con i giocatori provenienti da ogni angolo del mondo.

f1 24
Ritorna il campionato più amato del mondo.

Parola d’ordine: libertà

Anche in pista i miglioramenti effettuati dai ragazzi di Codemasters con questo F1 24 sembrano facilmente visibili e tangibili. Non vogliamo spararla grossa, sia chiaro, ma questo primo contatto col gioco ci ha messo nella posizione di poter affermare che F1 24 sembra essere il titolo della serie ludicamente e pad alla mano più ricco e completo che si sia mai visto. Gli sviluppatori avevano anticipato l’intenzione di riavvicinare la serie ai fasti dei vecchi capitoli, in particolare F1 20, e dobbiamo ammettere che il feeling generale ci è sembrato veramente di ottima qualità. In primis, c’è da sottolineare il solito enorme lavoro compiuto sulla personalizzazione. F1 24 offre un modello di guida super scalabile, sia per quanto riguarda gli aiuti sia per quanto riguarda la difficoltà nello scontrarsi con i piloti avversari, e abbiamo sinceramente apprezzato il grande lavoro svolto dagli sviluppatori nel dare ai giocatori un modo tutto proprio per poter fare dell’esperienza di gioco un po’ una mondo ideale, senza pregiudizi e senza limitazioni.

Ognuno, per intenderci, sembra poter giocare come meglio crede, e lo si capisce anche soltanto aumentando o diminuendo le “slide”. Ogni modifica si avverte con forza e basta poco per avere la sensazione di trovarsi per mano un prodotto diverso ogni volta. F1 24 è un titolo camaleontico, che si adatta a ogni esigenza, ma in generale è sorretto, ancora una volta, da un modello guida sontuoso. La natura simil-cade si avverte sempre di più, ma in generale tutta la guida ci è sembrata più pulita e “veloce”, in tutte le sue sfaccettature. Le varie migliorie apportate alla fisica delle vetture si avvertono e si “sentono” pad alla mano e in generale tutta la guida ci è sembrata più semplice ma allo stesso tempo appagante, soprattutto ai livelli di difficoltà più elevati e con gli aiuti settati al minimo. Nel complesso, siamo convinti che la strada intrapresa dal team di sviluppo sia veramente vincente e non vediamo l’ora di potervelo confermare nel corso delle prossime settimane.


F1 24 è un titolo ricco di potenziale, sia sul piano dei contenuti sia dal punto di vista ludico. È ancora presto per dirlo, ma la nuova Carriera Pilota e le tante novità al sistema di guida sembrano avere tutte le carte in regola per poter regalare ai fan uno dei capitoli più completi della serie. Queste prime ore in compagnia del gioco ci hanno dunque dato ottimi segnali, che potranno essere confermati soltanto una volta messe le mani sul gioco completo e aver macinato chilometri e chilometri di asfalto all’interno delle mitiche monoposto.