Maria Montessori – La nouvelle femme

Maria Montessori – La nouvelle femme: Jasmine Trinca nelle foto del biopic

A settembre nelle sale e in anteprima oggi alla Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro il film Maria Montessori – La nouvelle femme.

A settembre nelle sale e in anteprima oggi alla Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro il film Maria Montessori – La nouvelle femme.

Sarà presentato in anteprima nazionale alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro lunedì 17 giugno e sarà nelle sale italiane con Wanted dal 26 settembre l’atteso film dedicato a una delle scienziate italiane più iconiche nel mondo, Maria Montessori. Maria Montessori – La nouvelle femme vede protagonista Jasmine Trinca nel ruolo della pedagogista di origine marchigiane che ha rivoluzionato con il suo metodo l’educazione e l’approccio all’infanzia. Un racconto al femminile, femminista e profondamente illuminante per gli insegnanti e non solo, che vede al centro Maria Montessori, figura che ha precorso i tempi, lottando, all’inizio del secolo scorso, per l’eguaglianza di diritti in un mondo dominato da paternalismo e maschilismo.

L’escamotage attraverso il quale la regista Lea Todorov – figlia del più grande storico della letteratura russa, Tzvetan Todorov- costruisce l’intreccio della vicenda è l’incontro di Maria Montessori e Lili d’Alengy. Quest’ultima è una famosa e fatale mondana parigina che ha un segreto vergognoso: una figlia disabile, Tina, che tiene nascosta per proteggere la sua carriera nei salotti dell’alta società fin de siècle. Decide di portarla a Roma da dove arriva notizia di una pedagogista che sa come trattare casi simili. Le due donne, Jasmine Trinca (La stanza del figlio; Fortunata) e Leïla Bekhti (The Restless; A Man In a Hurry) diversissime in tutto, troveranno lentamente un’intesa inaspettata che porterà alla luce un segreto condiviso.

Maria Montessori – La nouvelle femme mostra la lotta di emancipazione di una donna, sia nella vita privata che sul lavoro, e l’ideazione di un metodo, oggi universale, della sua sperimentazione e perfezionamento. Interessante e centrale è nel film il passaggio dall’applicazione del metodo Montessori con bambini con difficoltà di apprendimento all’uso con bambini normodotati, evidenziando l’importanza di un approccio all’insegnamento inclusivo e personalizzato, concepito per valorizzare tutte le diversità per un’istruzione accessibile a bambini di ogni condizione sociale e abilità.