Dead Rising Deluxe Remaster Anteprima: Frank West torna con una nuova veste grafica

Dopo aver annunciato il titolo in questione con un primo teaser trailer, a diciotto anni di distanza dal lancio del titolo originale, nel corso dell’evento Capcom Next Summer 2024, come abbiamo approfondito anche in questo articolo, è stato mostrato in maniera estensiva il gameplay di questa nuova riedizione, dal titolo Dead Rising Deluxe Remaster, curata dalla stessa casa di Osaka. Si tratta del primo gameplay trailer dedicato a questa nuova IP, un progetto che potrebbe assomigliare molto più a un remake, forse, che a una versione rimasterizzata. Cosa abbiamo scoperto in questo trailer di annuncio, che ha anche mostrato dei paragoni con le precedenti versioni? Scopriamo insieme tutti i dettagli di DRDR nella nostra anteprima, in attesa che possa uscire tra non molto tempo su PC e console next-gen di casa Sony e Microsoft!

Il protagonista di questa versione rimasterizzata è ancora Frank West, rivisto nella sua veste grafica e nel doppiaggio

Dead Rising Deluxe Remaster: il ritorno degli zombie in alta qualità

Il trailer di annuncio che è stato appena lanciato vede in apertura i paragoni, soprattutto a livello di migliorie apportate al comparto grafico, tra la versione in arrivo e le due precedenti, sia quella originale del 2006 che quella di dieci anni dopo, nel 2016. E subito dopo il lancio letterale del protagonista Frank West, che torna in scena saltando da un elicottero, i principali contenuti di questo video si focalizzano sia sulle prestazioni potenziate e le migliorie del motore grafico di questa prossima IP, sia sugli aspetti principalmente caratterizzanti il gameplay. Partendo proprio da quest’ultimo, Capcom ha confermato che le meccaniche di base del gioco resteranno invariate rispetto alla versione originale, come possiamo vedere anche da questo video trailer appena rilasciato. Gli scontri con gli zombie saranno davvero numerosi, dove orde di non-morti si scaglieranno contro di noi senza alcuna pietà. La stessa che Frank West riserverà a sua volta nei loro confronti.

Gli scontri saranno di qualsiasi natura, da attacchi corpo a corpo fino all’uso di qualsiasi tipo di strumento e oggetto che sarà disponibile intorno a noi. E nonostante la sostanza del gameplay non cambi, ci saranno comunque diversi miglioramenti anche in questo frangente, in ottica di adattamento del nuovo titolo agli standard moderni. Ad esempio, il sistema di gioco di Dead Rising Deluxe Remaster permetterà di muoversi durante la mira, offrirà controlli migliorati e permetterà di disporre di funzionalità di salvataggio automatico, oltre che proporre un’interfaccia grafica rivisitata e ulteriori dettagli migliorativi. Inoltre, è stato anche svelato che tutte le interazioni tra Frank West e gli NPC del gioco saranno interamente doppiate. Anche per questo motivo, è stato necessario scegliere una nuova voce per il protagonista, ma senza alcun impatto ai fini della storia e del coinvolgimento dei giocatori.

Siete pronti ad attaccare orde di nemici e zombie come se non ci fosse un domani? Nel trailer, Frank West ci è sembrato già carico per la sua missione!

Soliti zombie, nuova veste grafica

Come anticipato, il team di sviluppo si è anche impegnato per apportare migliorie evidenti al comparto grafico di un gioco pubblicato nel 2006. Per quanto il redesign di Frank sia già stato oggetto di polemiche, il lavoro svolto da Capcom per ringiovanire il suo action-game a base di zombie è davvero notevole. Questo aspetto è decisamente focale per il team di sviluppo, ed è evidente proprio dal costante accento posto nel video trailer di annuncio. Spesso infatti vengono messi a confronto gli scenari tra una versione e l’altra, soprattutto per dare ulteriore lustro agli avanzamenti tecnici e grafici a cui il team ha lavorato negli anni, per rendere il titolo sempre più godibile e vicino al benchmark dei titoli action del momento.

In effetti il motore di gioco, stando a quanto promesso, dovrebbe riuscire a restituire performance fino a 4k/60fpsm oltre a prevedere il supporto dell’audio 3D, senza dimenticare il lavoro di Capcom sulla cosiddetta quality of life del gioco. Tra le migliorie previste in questa versione infatti, il nostro protagonista Frank sarà in grado di muoversi mentre mira con le sue armi da fuoco, sono stati introdotti i salvataggi automatici, e l’interfaccia utente è stata migliorata e resa più intuitiva. Tutte queste modifiche, tuttavia, non andranno ad intaccare il cuore dell’esperienza; lo ribadiamo nuovamente, il gameplay della versione in questione rimarrà fedele al concept originale del 2006 e, a ulteriore supporto e facilitazione per i nuovi giocatori, è stato anche confermato che il gioco sarà disponibile in 14 lingue diverse e doppiato in 9, tra cui anche la versione italiana, per rendere l’esperienza più fluida e accessibile a tutti.

Qualsiasi mezzo sarà utile per scagliarsi contro le orde di zombie che ci attendono in DRDR

Ironia e follia attesi in Dead Rising Deluxe Remaster

Soffermandoci infine proprio sul comparto audio, anche le modalità di interpretazione dei dialoghi in questo video mette in luce la freschezza e il tone-of-voice ironico con cui il gioco ci sta mostrando i suoi contenuti. Sia nello scambio delle battute dialogiche, sia nell’atteggiamento dei personaggi presentati, le modalità di comunicazione all’interno di questa nuova IP ci fanno presumere che si tratterà di un titolo denso di ironia, con qualche punta di follia e momenti sicuramente splatter. Il tutto sarà fruibile già preordinando ora questi contenuti: successivamente al lancio dell’edizione digitale, verrà resa disponibile anche un’edizione fisica, la cui uscita è prevista durante il mese di novembre.

Sarà possibile scegliere di acquistare l’edizione Standard o l’edizione Digital Deluxe: quest’ultima versione includerà colonne sonore aggiuntive e dei costumi bonus per Frank West. Nello specifico, sono attesi per chi preordina Dead Rising Deluxe Remaster i seguenti oggetti bonus: un costume di Frank West 2006, la traccia BGM: Dreams of Yore (Mall Music 2 arrangiato), il costume di Chuck Greene, la traccia BGM: Super Shopper (tratta da Dead Rising 2), il costume da ape del centro commerciale Willamette Parkview e un’altra traccia Happy Flight! (Musica del centro commerciale 6 arrangiata). Come si nota da questi contenuti, è forte anche la volontà di recuperare i precedenti capitoli del franchise, con qualche cammeo a corredo di questa nuova IP che non lascia indietro la sua eredità, per riportare alla luce anche qualche spunto del passato.


Inutile dirlo, il progetto Dead Rising Deluxe Remaster è decisamente interessante, tanto quanto folle. Le orde di zombie che ci attendono sono corpose quanto il lavoro svolto dal team per rendere questo titolo ancora una volta al passo con i tempi. Con due edizioni alle spalle, DRDR è una versione talmente rimasterizzata da sembrare quasi un remake, per quanto Capcom abbia più volte sottolineato che il core del gameplay è rimasto identico e fedele all’originale. Lo scopriremo solo tra qualche tempo. Dopotutto, non manca molto: non ci resta dunque che attendere con pazienza l’uscita di questa versione remastered, che sembra essere particolarmente vicina, essendo fissata subito dopo l’estate. Attendiamo infatti il lancio ufficiale di questa nuova IP il prossimo 19 settembre, previsto su PC, PS5 e Xbox Series X|S.