Raylight: “Crediamo in Oculus Rift”

[youtube id=”Wo-_gsxKjG8″ width=”600″ height=”350″]

Diamo voce agli sviluppatori italiani, con un’intervista a Massimiliano Di Monda, CEO di Raylight. Da anni, lo studio con sede a Napoli è tra i pochi creatori di videogiochi nel nostro Paese. Raylight si è sempre distinto per un uso della tecnologia all’avanguardia. Molti appassionati di videogiochi ricorderanno Wing Commander Prophecies, episodio della storica serie per Nintendo Game Boy Advance, che spingeva al limite le caratteristiche hardware della console portatile. Sempre su questa macchina, Raylight realizzò a titolo sperimentale una conversione fedelissima di Resident Evil.

max_di_monda

Tutto merito del BlueRoses Engine, il motore proprietario creato della compagnia che permette di lavorare  su un’ampia selezione di piattaforme con un alto livello di versatilità e scalabilità. Oggi Raylight è una delle principali realtà del game development italiano, con oltre 13 anni di carriera e un esteso portfolio di pubblicazioni Nintendo DS, Nintendo Wii, Sony PSP e PC. Abbiamo chiesto a Massimiliano Di Monda qual è la sua opinione sulla tecnologia sviluppata da Oculus VR e come, dal suo punto di vista, può rivoluzionare l’approccio al design e allo sviluppo di videogiochi.