…e alla fine arriva Sonic

SonicHeroesWallpaper21024Scommetto che qualcuno dei nostri lettori aveva accolto con titubanza il nostro desiderio di vedere un’avventura di Sonic con il Rift: la velocità del noto porcospino blu, causando un effetto da roller coster impazzito, potrebbe disturbare i giovani giocatori di oggi non abituati alla velocità smodata tipiche di alcuni frenetici giochi degli anni ’90. Noi, però, siamo sostanzialmente dei nostalgici e in questi mesi abbiamo sperato ardentemente che almeno uno dei modder tirasse fuori dal cilindro un capitolo (qualsiasi) della serie di Sonic con il supporto per Oculus Rift.

Alla fine le nostre preghiere sono state esaudite. Ecco a voi la Green Hill ACt2 di Sonic Generation.

[youtube id=”fqSZbK3MuF4″ width=”600″ height=”350″]

Al di la del bellissimo video, per affrontare un discorso più serio (e polemico, da un certo punto di vista)  sarebbe ora che questa storica saga targata SEGA, considerata già defunta da molti, si lanciasse verso nuove soluzioni di game play e level design.
All’epoca Sonic era l’anti Mario, due platform diametralmente opposti: l’idraulico italiano lento e goffo contro il porcospino agile e veloce. La storia parla chiaro, furono proprio le meccaniche di gioco innovative e l’irrefrenabile frenesia dei livelli a decretare il meritato successo della nuova icona. Ora purtroppo per il porcospino blu le cose sono molto cambiate e i fasti di un tempo non sono che un lontano ricordo. Perfino i più irriducibili fan (di cui non mi vergogno di far parte) non possono negare che le nuove iterazioni hanno ben poco in comune con i primi capitoli della saga.

E se finalmente qualcuno (di larghe vedute) riprendesse in mano (seriamente) questo brand per produrre qualcosa che vada oltre il compitino da 6 e 1/2?  Che ne pensate di un Sonic progettato con Oculus Rift?