Wicked Paradise, ovvero la versione giocabile di Californication

wicked-paradise

Per quanto strano possa sembrare, il sesso non ha ancora conquistato i videogiochi. Se le produzioni più costose spesso scelgono di non affrontare l’argomento, il mercato underground dei sex game non è neanche lontanamente paragonabile per grandezza all’industria dei film porno. La difficoltà principale è l’impossibilità di rompere la barriera tra schermo e giocatore, e creare qualcosa che riesca a coinvolgere tutti i sensi. E che non sembri ridicolo. Neanche a dirlo, con Oculus Rift il cyber sex potrebbe non essere più solo un’invenzione da film cyberpunk Anni ’80. È questa la missione di Jeroen Van Der Bosch, CEO di Wicked Paradise, al lavoro su un omonimo gioco only for Oculus Rift. Ma non pensate che il suo obiettivo siano gli adolescenti in preda agli ormoni. Wicked Paradise sarà un’esperienza molto più sofisticare. Perché se il sesso è un gioco, che gusto a vincere senza sfida?

jeroen

A che punto dello sviluppo di Wicked Paradise siete arrivati?

Siamo in fase di pre-produzione ora, ci stiamo prendendo il tempo che serve visto che questa fase è cruciale per progettare qualcosa non è mai stato provato prima. Ci sono molte “incognite”, ma stiamo cercando di risolvere. È dificile, ma emozionante allo stesso tempo.

Dal punto di vista del game design, cos’è che rende un gioco davvero “eccitante”? Ricordo per esempio le scene di sesso in giochi come Heavy Rain, ma erano davvero goffe e per niente sexy, per non parlare dei videogiochi di sesso degli anni Novanta.

È tutta una questione di immersione e trama. Se si riesce a creare un legame emotivo tra il giocatore e i personaggi di Wicked Paradise, se facciamo sì che il giocatore tenga davvero ai personaggi virtuali con il quale sta per avere una storia di passione, allora sì che tutto sembrerà più reale e convincente.

Che ci puoi dire delle donne e degli uomini con il quale si interagisce all’interno del gioco? Come si fa a rendere un personaggio 3D sessualmente desiderabile?

Stiamo utilizzando una tecnica chiamata Body Doubles, dove utilizziamo apparecchiature ad alta tecnologia, usate in film di Hollywood come Avatar, per creare una replica esatta digitale di un attore vero. Dopo questa “magia”, interveniamo rifinendo i modelli, per correggere i piccoli errori dello scanner, e appartiamo delle modifiche per inserirli meglio nella trama. A questo punto, è tutta una questione di animazione, bisogna assicurarsi che le loro espressioni facciali e il linguaggio del corpo siano abbastanza convincenti per il cervello del giocatore.

wp_vip_room_comp_01

E da un punto di vista tecnologico, quali sono i principali ostacoli che devono essere superati? Ho il sospetto che la nausea non contribuisca granché a creare una buona esperienza sessuale…

Non siamo troppo preoccupati dalla motion sickness, dal momento che sembra verificarsi maggiormente nei titoli con movimenti rapidi, dov’è possibile muoversi in ogni direzione, come gli sparatutto insomma. Wicked Paradise al contrario ha un ritmo molto più lento e non abbiamo avuto molti problemi di questo tipo. Grazie al cielo, perché vomitare mentre si è eccitati non è il tipo di esperienza al quale stiamo puntando! 🙂

Immagino che, come nella vita reale, il mood sia tutto. Che tipo di ambiente 3D vedremo e come intendete lavorare per renderlo veramente convincente e in grado di trasmettere sensualità per il giocatore ?

È una combinazione di molte cose. È necessario innanzitutto bilanciare in maniera convincente la “zona perturbante [‘effetto psicologico straniante che si prova nell’osservare un simulacro realistico di un essere umano NdR]. Questo vale non solo per la qualità del modello in sé, ma soprattutto per le animazioni, e poi per i suoni, gli shader della pelle, l’illuminazione… È un equilibrio difficile da raggiungere, ma lavorando con i veterani del settore è qualcosa alla nostra portata.

Puoi descrivere una situazione di gioco tipica di Wicked Paradise? Sarà come nei film porno, dove la gente all’improvviso si mette a fare sesso tra di loro, o i giocatori avranno un’esperienza più sofisticata?

Non c’è nulla di sensuale nell’iniziare un gioco e improvvisamente avere rapporti sessuali con sconosciuti in un luogo a caso… Quindi, sicuramente non sarà come nei film porno. Sarà più simile a una serie tv matura, con una trama ricca e personaggi carismatici, come Game of Thrones, e con un sacco di passione e tensione sessuale, come Californication. Ma senza le censure.

Ci saranno delle sfide, come in alcuni bizzarri giochi giapponesi, e anche un po ‘ di storia, o saremo anche in grado di entrare direttamente in azione ?

L’esperienza di Wicked Paradise sarà pesantemente guidata dalla trama, con alcuni elementi da gioco d’avventura. Non basterà passare dritti all’azione, bisognerà guadagnarselo. Proprio come nella vita reale. 😉

wp_vip_room_comp_03

Suppongo che la parola “multiplayer” assuma un significato tutto nuovo nel contesto di un sex game. Sarà possibile per le persone giocare tra loro (letteralmente), attraverso Internet?

Questo non è il nostro obiettivo per la prima versione di Wicked Paradise, ma ci occuperemo del multiplayer più in avanti. Penso che ci sia bisogno di lasciar maturare la realtàvirtuale un altro paio di anni, prima di avere un hardware abbastanza convincente per portarla nel campo del multiplayer (per esempio per riprodurre il tatto).

Non vedi anche un ” lato oscuro” del gioco che state creando? Abbiamo visto in un sacco di film e libri distopici di persone che si allontanano dalla realtà e vivono in mondi virtuali, dove possono ottenere tutto quello che vogliono, sesso incluso. Avete paura che la gente prenderà il sesso virtuale troppo sul serio ?

Questa è la cosa bella del sesso: non importa quanto sarà sorprendente l’esperienza di Wicked Paradise, non potrà mai essere come il sesso vero. 🙂 Ma, nella vita reale, per molte persone il sesso passionale e selvaggio non è facile da trovare. Mentre per accedere al mondo proibito di Wicked Paradise è sufficiente un solo click… Lo vedo più come un ottimo modo per divertirsi e sperimentare sensazioni positive.

Un’ultima domanda: puoi dire una caratteristica del gioco che non è mai stato annunciato fino ad ora? Anche un piccolo accenno di quello che vedremo è sufficiente.

È troppo presto per fare annunci del genere, abbiamo ancora una lunga strada davanti a noi. Ma stiamo facendo progressi ogni giorno e siamo molto affascinati all’idea del livello di immersione che siamo già in grado di raggiungere! Vi posso promettere che le persone saranno davvero stupite quando lo proveranno!