GoPro, Oculus Rift e il futuro del calcio in TV

GoPro, Oculus Rift e il futuro del calcio in TV

Siamo in un momento davvero entusiasmante per le tecnologie di ripresa, e la prodigiosa minitelecamera GoPro è in testa in quella che potrebbe essere una rivoluzione che renderà ognuno di noi un potenziale regista. Se poi ci aggiungiamo anche il Rift, be’, allora lo scenario si fa ancora più entusiasmante.

Guardate che cosa ha fatto un appassionato di calcio statunitense, che ha ripreso un’intera partita in prima persona, per tutta la sua durata. Dagli spogliatoi all’ingresso in campo, e ovviamente nel bel mezzo dell’azione.

[youtube id=”5Z6fvwPaDVo” width=”600″ height=”350″]

Il video è, neanche a dirlo, perfetto per essere visto con Oculus Rift. Questo apre uno sconfinato potenziale per l’intrattenimento. Attaccando delle minitelecamere su ogni giocatore, sarebbe possibile rivivere in prima persona la partita, potendo scegliere noi stessi il punto di vista che preferiamo. Grazie al Rift, sarebbe possibile creare l’illusione di correre, sudare e soffrire accanto ai giocatori, vivendo con un’intensità senza pari la partita.

Forse, in un futuro non troppo lontano, non si parlerà soltanto di condivisione video, come già avviene con YouTube, ma di condivisione di esperienze ed emozioni.

Noi, nel frattempo, vi condividiamo un fantastico spot di Nike girato dal regista inglese Guy Ritchie anni fa. Tutto in prima persona, nello stile rock & roll che l’ha reso famoso. Che sia questo il futuro del calcio in tv?

[youtube id=”lZA-57h64kE” width=”600″ height=”350″]