Hawken VR: pilotare un robot gigante con Oculus Rift

Proprio quest’estate abbiamo visto al cinema Pacific Rim, lo spettacolare film con i robottoni di Guillermo del Toro. Grazie a Oculus Rift, potrete finalmente anche voi pilotare un robot gigante. Tra i titoli in sviluppo per Oculus Rift, Hawken VR è uno spettacolare simulatore di guerra a bordo di bipedi corazzati, sviluppato da Adhesive Games, team indipendente basato a Los Angeles.

hawken_vr_4La versione di Hawken mostrata alla Gamescom 2013 dispone di un cockpit 3D, che ci permette di pilotare il mech proprio come ci trovassimo al suo interno, piuttosto che controllarne uno in terza persona come invece storicamente avviene nei videogiochi (pensiamo per esempio a Front Mission, o a MechWarrior). La telecamera e il sistema di puntamento sono collegati tra di loro, in modo da rendere l’esperienza più accessibile. Per spostarsi, basta premere in avanti la levetta del proprio controller, esattamente come avverrebbe in qualsiasi altro videogioco. Proprio la sinergia tra la realtà virtuale e l’intuitività di un sistema ipercollaudato come il joypad rende Hawken immediatamente coinvolgente. Grazie a Oculus Rift, avrete la sensazione di essere a tutti gli effetti un umano calato all’interno di un poderoso gigante di ferro, che si muove sullo scenario causando distruzione a 360°, trascinandosi a ogni passo le centinaia di tonnellate di peso del suo corpo. A bordo del vostro mech, vi muoverete per le strade della città, e vi basterà girare la testa a sinistra e destra per andare alla ricerca dei mech nemici. Insomma, proprio come se vi steste sporgendo dal finestrino della vostra macchina. Tutto questo avviene senza neanche un istante di ritardo tra l’input del giocatore e la risposta del gioco, finora uno dei punti di forza più cruciali mostrati dalla tecnologia Oculus.

hawken_vr_3Naturalmente, in qualità di piloti virtuali avrete una percezione totale e assoluta del veicolo che state manovrando. Guardare fuori dal cockpit, sparare un missile dal braccio robotico, e vedere il meccanismo che si ricarica, è una vera e propria emozione. Rispetto alla versione standard di Hawken, l’edizione VR consente di avere un controllo del campo di battaglia semplicemente totale, che vi permetterà di cogliere ogni piccolo dettaglio disseminato sulla mappa e mettere all’erta i vostri sensi come non mai. A livello strategico, questo apre molte più opzioni e potrebbe dare un significato del tutto nuovo al concetto di gaming competitivo.

[youtube id=”OvrQ5A2dctc” width=”600″ height=”350″]

Una delle esperienze più belle ed emozionanti che si possano provare su Oculus Rift è quella del volo in caduta libera. Hawken VR non fa eccezione e grazie al sistema di deambulazione dei mech potrete provare sulla vostra pelle cosa vuol dire salire in alto, grazie a degli appositi jetpack montati sul veicolo, sempre più alto per poi aggrapparsi al tetto di un grattacielo. Da qui, i più coraggiosi potranno guardare verso il basso, decidere di saltare e buttarsi giù, percependo con una forza senza pari l’effetto della vertigine. Sicuramente non adatto ai deboli di cuore ma, in quei momenti, l’illusione di essere dentro al gioco diventerà terribilmente concreta. Qualcosa del genere finora era possibile solo in parchi a tema come Universal Studios, ma grazie ad Oculus Rift una simile modalità di gioco sarà disponibile finalmente nelle case di tutti.

Chiaramente, trattandosi di un lavoro work in progress, Hawken VR ha ancora un ampio margine di miglioramento. Al momento, siamo più emozionati dalle possibilità che apre il progetto, piuttosto che dal livello qualitativo raggiunto da quella che, all’atto pratico, era poco più di una tech demo. Resta il fatto che Hawken è un gioco la cui stessa essenza sembra essere stata concepita per la realtà virtuale, e Hawken VR è, assieme a EVE Valkyrie, un’altra potenziale e straordinaria killer application per Oculus Rift.